Sp 115 poco sicura. Il Pd chiede conto alla Provincia

Lecce. In un’interrogazione i consiglieri del Pd sottolineano la pericolosità dell’arteria provinciale e chiedono interventi di messa in sicurezza

LECCE – Quali interventi ha programmato la Provincia di Lecce per rendere più sicura la strada provinciale n. 115 Nardò-Leverano? Lo chiedono in un’interrogazione i consiglieri provinciali del Pd Cosimo Durante, Alfonso Rampino, Gabriele Caputo, Roberto Schiavone e Salvatore Piconese, che ricordano come l’arteria sia interessata ogni giorno da grossi volumi di traffico e che purtroppo è stata più volte, in passato, teatro di incidenti anche mortali. Ecco l’interrogazione del gruppo Pd: I sottoscritti Consiglieri provinciali, PREMESSO: • che nella rete delle SS.pp., la cui gestione ricade nelle competenze della Provincia di Lecce, fa parte la S.p. n.115 Nardò-Leverano; • che detta arteria stradale, lunga circa 12 Km, collegando due importanti centri quali Nardò e Leverano, è interessata quotidianamente da un consistente volume di traffico; • che a causa della conformazione strutturale, costituita da una modesta larghezza e numerose curve, alle quali si aggiunge la mancanza di guad-rail, la scarsa segnaletica e una serie di strade secondarie che si innestano su essa, annoverano la stessa provinciale tra le più pericolose dell’intera provincia; CONSIDERATO: • che nel corso degli anni la summenzionata strada è stata teatro di numerosi gravi incidenti, alcuni dei quali mortali, tanto da fregiarsi dell’infausto appellativo di “strada della morte”; • che i tragici eventi sinistrosi verificatisi nel tempo hanno scosso le coscienze dei cittadini, prova ne sia che le Associazioni “Allacciati Alla Vita” e “VITA onlus” hanno avviato giorni fa una campagna per la raccolta di firme mirata a sollecitare la messa in sicurezza della predetta via; CHIEDONO DI CONOSCERE quali interventi l’Amministrazione provinciale ha programmato nell’immediato e quali ha previsto per il prossimo futuro per rendere più sicura la S.p. n. 115 Nardò-Leverano. I CONSIGLIERI Cosimo Durante Alfonso Rampino Gabriele Caputo Roberto Schiavone G. Salvatore Piconese

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment