Parco di Punta Pizzo. Presto la Consulta

Gallipoli. L’organismo è previsto dallo Statuto dell’area naturale. Entro il 17 dicembre, le canditure per farne parte

GALLIPOLI – Vedrà presto la luce la Consulta del parco naturale “Punta Pizzo-Isola di S. Andrea”. L’Amministrazione comunale di Gallipoli ha approvato nei giorni scorsi l’avvio delle procedure per la costituzione dell’organismo, già previsto nello Statuto dell’area naturalistica, approvato con delibera del commissario straordinario nel maggio scorso. La Consulta ha compiti consultivi e propositivi sulla vita del parco naturale e la sua costituzione è un atto propedeutico alla nascita della Comunità del Parco. “Si tratta di un atto finalizzato a dare attuazione compiuta ad una realtà naturalistica che per la nostra comunità cittadina rappresenta un valore aggiunto a livello ambientale ma anche culturale e che pertanto va valorizzato in pieno, anche per poter esplicare le sue enormi potenzialità in armonia con l’intero tessuto urbano”, ha spiegato il sindaco, Francesco Errico, che tra le sue deleghe ha anche quella al parco naturale. Da Statuto, la Consulta del Parco sarà formata da quattro rappresentanti delle associazioni ambientaliste operanti sul territorio, quattro rappresentanti degli operatori economici del posto (uno per il settore turistico, uno per il settore agricolo, uno per il settore dell’artigianato e del commercio ed uno per il settore della pesca), un rappresentante delle organizzazioni sindacali più rappresentative in ambito provinciale, un rappresentante della Pro Loco o dell’Apt (azienda promozione turistica) preferibilmente in alternanza, un rappresentante dei Centri di Educazione Ambientale esistente nell’area e due rappresentanti del mondo della ricerca e dell’istruzione, scelti tra esponenti dell’Università, di enti di ricerca e degli Istituti presenti sul territorio. L’Ufficio Tecnico comunale ha dunque ha provveduto a pubblicare uno specifico avviso per i soggetti interessati a segnalare la propria disponibilità a far parte della Consulta. Le domande vanno presentate entro le ore 12.00 di lunedì 17 dicembre agli uffici comunali.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment