Officine non in regola. Gli ispettori ne sequestrano tre

Lecce. Durante i sopralluoghi dei militari sono stati riscontrate numerose irregolarità autorizzative e contrattuali

LECCE – Autoficcine di Lecce e provincia al setaccio. Sono state diverse le attività passate sotto il controllo degli ispettori del lavoro e dei carabinieri del Nil (Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro) nei giorni scorsi. Per tre di esse gli ispettori hanno accertato la totale assenza dei necessari titoli per esercitare l’attività e per questo hanno proceduto al sequestro dei locali e delle attrezzature di lavoro utilizzate abusivamente. Nel corso degli accertamenti sono stati inoltre identificati due lavoratori che prestavano la propria opera in nero, in completa assenza di tutela assicurativa e copertura previdenziale. In un caso un dipendente è risultato occupato irregolarmente da più di un anno. A conclusione delle indagini gli ispettori e i militari, coordinati dal direttore della Dtl di Lecce, Virginio Villanova, hanno comminato multe per più di 5.000 euro per imprenditore non in regola; a queste si aggiungeranno quelle, da quantificare, che scaturiscono dall’illecita occupazione dei lavoratori. I datori di lavoro sanzionati saranno inoltre segnalati, oltre che agli Enti e Istituti previdenziali, anche alla Guardia di finanza, cui spetta la competenza in merito agli illeciti fiscali e tributari che conseguono al pagamento in nero dei dipendenti.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!