'Gravi irregolarità contabili a Melissano'

Melissano. Intervento del Consigliere regionale del movimento Moderati e Popolari Antonio Buccoliero

Riceviamo e pubblichiamo: “Sono particolarmente preoccupato per le sorti contabili del comune di Melissano e, per questo, ho voluto incontrare il segretario cittadino dei MeP (Moderati e Popolari), Gianluca Manco, insieme alla consigliera, Valeria Marra, per meglio comprendere la portata delle presunte irregolarità contabili contenute nel Rendiconto 2011.” È quanto dichiara il consigliere regionale Antonio Buccoliero a margine della visita nel comune salentino, che gli ha consentito di valutare meglio la portata della relazione dell’organo di revisione contabile in cui sono ravvisabili potenziali vulnus di tenuta della contabilità dell’ente e accertano, nei fatti, l’elusione del patto di stabilità 2011. “Le gravi irregolarità contabili – prosegue Buccoliero – e le criticità ritenute pregiudizievoli o comunque sintomatiche di insufficienze nella gestione finanziaria dell’ente potrebbero far ritenere inattendibili le scritture contabili e non rispondente al vero il bilancio 2011”. “Devo compiacermi con l’opera attenta dei rappresentanti MeP, che con senso di responsabilità e grande attenzione guardano alle sorti del proprio comune ed alla sua amministrazione, con il solo fine di garantire una oculata gestione, che non determini maggiori oneri per tutti i cittadini di Melissano”. “Non a caso – conclude Buccoliero – quando si è trattato di prendere le distanze da una amministrazione poco attenta agli interessi generali dei consociati, ho condiviso con favore, insieme a Gianluca Manco, la scelta di Valeria Marra di rinunciare al posto di vice-sindaco per assumere quello di custode e difensore dei Melissanesi e di Melissano”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment