Kitesurf: 'lu mare e lu ientu' protagonisti

Otranto. Condizioni di vento non ideali per la tre giorni di gare di kitesurf ma grande spettacolo dentro e fuori dall'acqua

Si è appena conclusa lungo la costa adriatica del Salento una tra giorni di competizioni di kiteboarding artistico nazionale del circuito CKI (Classe Kiteboarding Italia). Il “wind surf acrobatico” ha fatto tappa a a Frassanito di Otranto il 14-16 settembre con la WaveTrotter Competition 2012: tre giorni di gara dell'ultima tappa Campionato Italiano Freestyle. Il kitesurfing è uno sport acquatico, di recente invenzione (1999), nato come variante del surf; consiste nel farsi trascinare da un aquilone ( “kite” in inglese), che usa la potenza del vento come propulsore e che viene manovrato attraverso una “barra di controllo” (boma), collegata al kite da sottili cavi (due o quattro) di dyneema o spectra detti “linee” e lunghi tra i 22 e i 27 m. Il kitesurfing richiede inoltre l’utilizzo di una tavola per solcare il mare. A Otranto le condizioni meteo sono state piuttosto ostiche con una delle più importanti mareggiate dell’anno. Il venerdì a fronte di una potente libecciata i giudici hanno sospeso le gare e i ragazzi, grazie alla varietà incredibile di spiagge che offre la costa salentina, hanno cercato la spiaggia adatta per il vento da sud ovest. Sabato un leggero grecale ha consentito per un'ora circa lo svolgimento delle gare in cui sono confrontati juniores e donne. Chiti ha subito sfoderato la sua classe e anche il pugliese Barile si è fatto notare. Tra le donne sfida tra Notaro e Bagnoli con quest'ultima uscita sconfitta nel confronto con l'atleta del Vela Club Marano di Riccione, mentre la heat Esposito, Piscopo Menardo è stata sospesa per mancanza di vento. La domenica è stato il giorno della tramontana che si è fatta attendere sino alle 15.00 e ha consentito lo svolgimento di una gara serratissima e mozzafiato grazie al vento e alle onde. Dopo quattro ore senza pause, nella categoria maschile la rivelazione Coccoluto ha prevalso sulla star locale Erik Volpe, per una manciata di decimi di punto. La classe, la potenza e lo stile di Volpe sono stati contrastati dalla miglior gestione tattica e dalla maggior regolarità nella prestazione di Coccoluto. Tra le donne Maria Piscopo si è imposta davanti a Chiara Esposito e Giorgia Notaro che hanno concluso rispettivamente al secondo e terzo posto. Nella categoria Juniores Chiti ha sconfitto il napoletano Varriale e il locale Barile. Le gare sono state sospese per il sopravvenire dell’oscurità. “Nel complesso è stato un circuito durissimo – ha commentato Michele Galifi Cerquetti, Segretario della classe Kiteboarding Italia – con condizioni meteo implacabili che hanno messo a dura prova la pazienza e la bravura dei ragazzi, molto tenaci a non aver mai mollato. Il Freestyle è la disciplina giovanile per eccellenza e i ragazzi della classe hanno dimostrato durante il circuito senso di responsabilità, correttezza, disciplina, oltre che un'incredibile bravura e coraggio con le loro funamboliche acrobazie aeree. Un bravo a tutti i giudici e in particolare al capogiudice federale Romano Raspini. Complimenti al bel gruppo, che con la grande voglia di fare sport, ha fatto onore alla classe e alla Federazione. Un sentito ringraziamento al Comitato VIII Zona FIV e al Circolo Velico dell’Istituto Tecnico Nautico A. Vespucci che hanno coraggiosamente affrontato una disciplina nuovissima e in particolare al circolo che, facendo onore ai suoi principi pedagogico-educativi, ha accolto a braccia aperte giovani provenienti da tutta la penisola” Classifica Wavetrotter Competition Classifica Maschile 1 – GianMaria Coccoluto (TERRACINA) 2 – Erik Volpe (CORATO) 3 – Giacomo Barberi (PIETRASANTA) Classifica Femminile 1 – Maria Ruth Piscopo (PALERMO) 2 – Chiara Esposito (NAPOLI) 3 – Giorgia Notaro (BOLOGNA) Classifica Juniores 1 – Jacopo Cantini (BAGNO A RIPOLI) 2 – Emanuele Varriale (NAPOLI) 3 – Andrea Barile (NAPOLI) Classifica Finale Circuito Nazionale CKI/FIV Classifica Maschile 1 – GianMaria Coccoluto (TERRACINA) 2 – Erik Volpe (CORATO) 3 – Giacomo Barberi (PIETRASANTA) Classifica Femminile 1 – Maria Ruth Piscopo (PALERMO) 2 – Francesca Bagnoli (LIVORNO) 3 – Chiara Esposito (NAPOLI) Classifica Juniores 1 – Jacopo Cantini (BAGNO A RIPOLI) 2 – Emanuele Varriale (NAPOLI) 3 – Andrea Marconi(VALGATARA)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!