Finalissima per l'I.I.S.S. 'Galilei-Costa'

Lecce. Al “Global Junior Challenge” il progetto salentino “Dieta Med-Italiana” dovrà vedersela con le scuole di Belgio, Ungheria, Brasile, Nepal e Uganda

Si sa, il primo giorno di scuola è sempre molto particolare. Rincontrare i compagni che non si vedono da giugno, raccontare tutto quello che si è fatto durante l’estate, rivedere i vecchi docenti e conoscere quelli nuovi, sono tutte emozioni che fanno parte di quella bella immagine carica di euforia che solo la scuola superiore sa dare. Ma per gli studenti e le studentesse della classe 4B Mercurio dell’Istituto “Galilei Costa” di Lecce questo inizio d’anno sarà ricordato anche per altro. Questa mattina, infatti, nel loro primo giorno di scuola, hanno scoperto di essere giunti finalisti al concorso internazionale “Global Junior Challenge” indetto dalla Fondazione Mondo Digitale con il loro progetto innovativo della “Dieta Med-Italiana”. Il Global Junior Challenge è il concorso internazionale che premia l’uso innovativo delle tecnologie per l'educazione e l'inclusione sociale. Promosso da Roma Capitale, il concorso è organizzato dalla Fondazione Mondo Digitale sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri. E’ un’occasione unica per riflettere sulle sfide di questo secolo per l'innovazione nella didattica, l’integrazione, lo sviluppo sostenibile e l’abbattimento della povertà nel mondo. Tra le novità dell'edizione 2012 due nuove categorie speciali, “ICT per l'integrazione dei migranti e dei rifugiati” in collaborazione con United Nations Alliance of Civilizations (UNAOC) e “ICT per lo sviluppo sostenibile dell'ambiente” in partnership con Legambiente. La finale del concorso si svolgerà a Roma dal 17 al 19 ottobre 2012 e i ragazzi salentini dovranno vedersela nella loro categoria (16-18 anni) con colleghi del Belgio, dell’Ungheria, del Brasile, del Nepal, dell’Uganda e di altre scuole del resto d’Italia. La classe del “Galilei Costa” ha partecipato al concorso con il progetto innovativo relativo alla “Dieta Med-Italiana” che consiste nell’utilizzare a pieno gli strumenti dell’ICT (web, e-mail, social networks, blog, …) per divulgare nel resto del mondo ed incentivare lo stile di vita rappresentato dalla Dieta Mediterranea nostrana, allo scopo di stimolare una nuova economia basata sulla “tripla A” di agricoltura, alimentazione e ambiente. Il progetto è nato lo scorso settembre 2011 quando la classe frequentava il terzo anno e ha l’importante obiettivo di creare in tre anni scolastici nuovi posti di lavoro giovanile in Puglia ed in tutto il meridione, possibilmente fruibili dagli stessi studenti che l’hanno concepito, una volta diplomati e nel caso decidessero di non proseguire con gli studi universitari. Il progetto è un chiaro esempio di come l’utilizzo dell’ICT e dell’informatica in genere possano fornire un contributo sostanziale ai giovani per “inventare” nuovi lavori e nuove figure professionali capaci sia di stimolare lo sviluppo del territorio che di appagare le proprie esigenze lavorative ed occupazionali. «Indipendentemente da chi sarà il vincitore – commenta la dirigente della scuola Addolorata Mazzotta – essere arrivati tra i finalisti di un Concorso internazionale è già un eccellente risultato che inorgoglisce l'Istituto Tecnico Economico “Costa” (ora I.I.S.S. “Galilei-Costa” in quanto dal primo settembre del corrente anno aggregato all'Istituto Tecnologico “Galilei”) e che dà lustro alla città di Lecce ed alla Puglia in generale. E' uno dei tanti esempi che dimostrano come la scuola delle buone prassi funzioni sempre: se ben guidati e motivati, gli alunni che si impegnano con passione e serietà possono raggiungere traguardi notevoli. Complimenti quindi agli studenti della IV B ed ai docenti che li hanno guidati verso questo prestigioso traguardo!» Se è vero, dunque, che “chi ben comincia è a metà dell’opera” e che “il buongiorno si vede dal mattino”, per questi giovani studenti pugliesi si sta probabilmente prospettando un nuovo anno scolastico ricco di impegni ma anche di grandi soddisfazioni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!