Una settimana per l’energia sostenibile

Lecce. Appuntamento a Lecce venerdì 22 giugno con l’evento che coinvolge tutti i Paesi dell’Unione Europea

LECCE – “La Dimensione locale nella transizione verso una Low carbon economy”. E’ il titolo del convengo in programma venerdì 22 giugno a Lecce, a partire dalle ore 15, nella sala conferenze dell’ex Monastero dei Teatini del Comune di Lecce. L’evento è organizzato nel contesto della “Settimana dell’Energia Sostenibile” (EUSEW), un’iniziativa della Commissione europea che si svolgerà fra il 18 ed il 22 giugno 2012 in tutta l’Unione Europea. Il Comune di Lecce è firmatario del progetto Covenant of Mayors ed è in prima fila per la promozione e l’attuazione di politiche riguardanti le fonti di energia rinnovabili, l’efficienza energetica e l’innovazione. L'Energy Day è definito come un evento non-for-profit, che promuove l'efficienza energetica e le energie rinnovabili. La conferenza si presenta divisa in due parti: una incentrata sulle politiche europee e locali e l’altra sui fondi europei e sulle iniziative dei privati. Lo scopo principale della prima parte è lo scambio di informazioni e di buone prassi fra i partecipanti, appartenenti al settore pubblico come al privato, i quali presenteranno le loro esperienze in ambito europeo e nella gestione sul territorio delle economie verdi e delle energie rinnovabili. La seconda parte della conferenza avrà invece come oggetto principale le opportunità rappresentate dai fondi europei, garantiti ai progetti riguardanti l’energia verde e lo sviluppo sostenibile, ai quali possono accedere sia le amministrazioni pubbliche sia le imprese private. All’evento saranno presenti rappresentanti di realtà imprenditoriali locali e nazionali, dipendenti della pubblica amministrazione, giornalisti e dirigenti di società operanti nel settore delle energie rinnovabili. Il Comune di Lecce sarà rappresentato dall’assessore alle Politiche Comunitarie, Gaetano Messuti. Per ulteriori informazioni si può cliccare il sito www.eusew.eu

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!