In giro armato. Finisce in manette

Salice Salentino. La telefonata dal nonno del giovane ha messo in moto i carabinieri che hanno rintracciato ed arrestato Giovanbattista Nobile

SALICE SALENTINO – Attimi di vera tensione, ieri mattina, quando al 112 di Lecce è arrivata la telefonata di un anziano che segnalava che per le strade di Salice Salentino si aggirava il nipote a bordo di un Suv Mercedes nero “carico di armi”. L'uomo era molto preoccupato in quanto era convinto che il giovane fosse intenzionato a uccidere il padre, e ciò a causa di precedenti dissidi familiari che non avevano trovato soluzione. La centrale operativa del Comando provinciale di Lecce, pertanto, ha informato la pattuglia radiomobile di Campi Salentina, impegnata in normale servizio di perlustrazione. I militari hanno subito raggiunto la strada provinciale 4 Salice-Novoli, intercettando il suv descritto ed intimando l'alt. Dal mezzo sono scesi Giovanbattista Nobile, 27enne senza occupazione e già noto alle forze dell’ordine, ed uno zio. Il primo, alla vista dei militari, ha subito dichiarato di essere in possesso di un'arma che, a seguito della perquisizione personale, è stata rinvenuta nella cintura dei pantaloni, carica di cinque colpi.

pistola Giovanbattista Nobile

La pistola sequestrata La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire ulteriori 100 colpi di pistola che, insieme alla pistola, sono stati sequestrati. Per Giovanbattista Nobile sono scattate le manette e si sono aperte le porte di borgo San Nicola.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!