Involtini di verza

Ecco una ricetta gustosa adatta a tutte le stagioni

// Ingredienti 6-7 foglie di verza grandi 50 gr di macinato di maiale 50 gr di macinato vitellone 50 gr di salsiccia tritata 50 gr di ricotta un uovo 2-3 cucchiai di parmigiano grattugiato sale pepe olio extravergine d’oliva una cipolla piccola 10 cucchiai di polpa di pomodoro // Preparazione Si prendano 6-7 foglie grandi di verza e si facciano sbollentare per un paio di minuti in acqua bollente, quindi si scolino e si lascino raffreddare. Si prepari il ripieno mescolando le carni in maniera omogenea, poi si unisca l’uovo, la ricotta ed il parmigiano, si regoli di sale e si spolveri generosamente con pepe nero. Si impastino bene gli ingredienti. Si suddivida il composto ottenuto farcendo le foglie di verza già fredde, quindi si chiudano le stesse a mo di involtino trattenendole con uno stecchino oppure legandoli con refe bianco da cucina. In una padella antiaderente si faccia rosolare la cipolla affettata sottilmente in olio d’oliva, quindi si uniscano gli involtini di verza facendoli rosolare bene su tutti i lati, poi si unisca il pomodoro e si regoli di sale. Si abbassi la fiamma e si faccia cuocere il tutto per 20 minuti con padella incoperchiata.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment