Tv private, stipendi arretrati. Confindustria striglia Assostampa

Lecce. Per gli industriali la posizione del sindacato dei giornalisti è frettolosa. La crisi dipende dal calo delle pubblicità. Fondi pubblici? “Approfondiamo”

LECCE – La crisi delle tv locali dipende dal calo della pubblicità da parte delle aziende. E’ questo il punto di vista di Confindustria che interviene sulla vicenda relativa ai ritardi nei pagamenti a giornalisti ed operatori e tv, sollevata da Assostampa. “Il settore televisivo salentino è attraversato dalla crisi complessiva del sistema produttivo – si legge in una nota diffusa dall’associazione degli industriali -. Le difficoltà di quasi tutti gli enti e le aziende hanno fatto sì che la prima voce ad essere tagliata sia stata quella della pubblicità, vale a dire il principale mezzo di sostentamento per i media privati: si investe poco e si ha difficoltà a sanare il pregresso. A fronte di questa breve analisi, i toni usati da Assostampa ci appaiono quantomeno frettolosi e ingenerosi. Per quanto riguarda il capitolo dei contributi pubblici, questo meriterebbe un'analisi approfondita dinanzi alle Istituzioni. Invitiamo pertanto Assostampa alla moderazione, alla prudenza ed alla collaborazione, vista la improvvisa visibilità mediatica che la vicenda sta riscuotendo. L’auspicio – aggiunge Confindustria -, comprendendo comunque le preoccupazioni dei lavoratori, è che l’economia territoriale possa finalmente uscire dal vortice che la sta travolgendo per consentire alle imprese di ristabilire il normale funzionamento”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!