Alla seconda ora: prove tecniche di crollo

Lecce. Stamattina nella scuola Stomeo Zimbalo di viale Roma si svolgerà la prima esercitazione comunale di Protezione Civile. Coinvolti alunni e docenti

Alle ore 10 è in programma la prima esercitazione comunale di Protezione Civile presso la scuola Stomeo Zimbalo di viale Roma a Lecce. Lo scenario della simulazione rappresenterà gli effetti di un cedimento strutturale della scuola con il crollo di una parte del soffitto al piano superiore dello stabile. Oltre all’evacuazione delle scolaresche e del personale docente e non, verranno simulati tutti gli interventi volti al soccorso dei civili. In questo contesto verrà sperimentata, per la prima volta, l’efficienza della Protezione Civile Comunale. Alla presenza del sindaco, Paolo Perrone – massima autorità di Protezione Civile in base alla L.225 del 1992 – con l’ausilio degli operatori delle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile esperti in primo soccorso, antincendio boschivo, ricerca dispersi, salvataggio in mare e viabilità, e sotto il coordinamento del personale operativo dell’Ufficio comunale di Protezione Civile, verranno simulate tutte le operazioni di soccorso e di assistenza all’evacuazione completa dell’edificio in pieno orario scolastico. La scelta dello Stomeo Zibalo come struttura scolastica per questa prima esercitazione ufficiale è stata dettata dal fatto che l’edificio ospita alunni di scuola materna, elementare e media allo stesso tempo, rappresentando uno dei banchi di prova più complessi per operazioni di questo genere. “L’esercitazione – ha dichiarato Fernando Bonocuore, dirigente comunale del Settore Ambiente, Igiene e Protezione Civile – è uno strumento prezioso attraverso il quale è possibile testare l’efficacia e la validità di un modello di intervento per fronteggiare una grande emergenza. Previsione e prevenzione sono due concetti essenziali per il sistema di protezione civile, infatti, per quanto la natura degli eventi possa essere inaspettata ed intensa vi è la consapevolezza di poterla fronteggiare attraverso delle procedure già sperimentate sul campo che sono in grado di ridurre al minimo gli effetti salvaguardando vite umane e beni. L'attività legata alla formazione trova nel campo delle esercitazioni un riscontro continuo di verifica concreta nel passaggio degli studi teorici alle simulazioni messe in atto. Ciò consente anche di aggiornare periodicamente, con le opportune verifiche di fattibilità, piani operativi e procedure attivate a seconda degli scenari possibili”. Oltre al sindaco Paolo Perrone, all’esercitazione prenderanno parte il vicesindaco Gianni Garrisi, il Consigliere comunale con delega alla Protezione Civile, Walter Liaci e il dirigente del settore, Fernando Bonocuore.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!