Portale Provincia. Primo anno a pieni voti

Lecce. Una media di 26.859 utenti al mese e 895 al giorno. E’ il resoconto del primo anno del sito istituzione di Palazzo dei Celestini

LECCE – 26.859 utenti unici al mese; 895 al giorno. Il bilancio del primo anno di attività del portale istituzionale della Provincia di Lecce www.provincia.le.it è senz’altro positivo. L’ha illustato stamattina in conferenza un presidente Antonio Gabellone soddisfatto e ocnvinto più che ai che la strada della vicinanza tra cittadini e pubblica amministrazione sia quella de seguire perché, ha detto, è il futuro.

home page sito Provincia

“Attraverso le pagine web del nostro sito istituzionale – ha detto Gabellone – abbiamo stabilito in un tempo già così breve un contatto diretto e costante con i cittadini e l’utenza della provincia di Lecce. Un portale così ben strutturato, aggiornato in maniera certosina e costante, oltre che rapido da consultare è a mio parere lo strumento del futuro, per fare buona politica e buona amministrazione. Ridurre le attese, evitare gli spostamenti fisici da e verso gli uffici, consentire la consultazione di bandi, concorsi, delibere, determine on-line rappresenta non solo una buona aderenza e applicazione delle leggi per la trasparenza in questa materia, ma anche uno ‘scatto’ in più verso le più moderne comunicazioni e verso il futuro”. E infatti chi consulta il portale – nel 63% dei casi ci arriva attraverso i motori di ricerca – va alla ricerca soprattutto di bandi e concorsi ma anche dell’Albo pretorio. Gli orari di maggiore affluenza sono quelli d’ufficio, tra le ore9 e le 16 “L’interazione con il cittadino, i risultati dell’amministrazione, la comunicazione istituzionale della realizzazione dei nostri programmi – ha concluso il presidente Gabellone – sarà sempre più al centro del prossimo anno di vita del nostro sito”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!