Pankiewicz: ‘Emergenza sicurezza stradale’

Lecce. Il capogruppo dell’Udc chiede interventi per contrastare la pericolosità di piazza Palio – rotatoria per la strada di San Cataldo

LECCE – “Il sindaco disponga l’immediata messa in sicurezza della zona a ridosso di piazza Palio – rotatoria per la strada di San Cataldo”. Lo chiede il capogruppo dell’Udc Wojteck Pankiewicz che sottolinea come guidare o attraversare una strada a Lecce sia diventata “una delle attività più rischiose a causa dell’incuria dell’Amministrazione comunale. Più volte l’UdC ha sollevato il problema della sicurezza stradale nella nostra città sulle cui strade si allunga quotidianamente la già lunga scia di sangue”. Pankiewicz denuncia la pericolosità della zona a ridosso di piazza Palio – rotatoria per la strada di San Cataldo “dove la segnaletica orizzontale è fatiscente e dove, mi dicono, che ogni giorno si rischiano scontri tra auto, scooter, biciclette e investimenti di pedoni”. “Anche tenendo conto che la zona è trafficatissima (scuole, fiere, stadio, palazzetto dello sport, strada per il mare) – ha concluso il capogruppo dell’Udc – invito il sindaco Perrone a disporre l’immediata messa in sicurezza della zona. Magari sarebbe meglio che Perrone facesse meno conferenze stampa con i consueti annunci propagandistici sempre inattuati e girasse di più la città per rendersi conto delle criticità”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!