Copersalento: Blasi non diffamò Fitto

Il gip ha disposto l'archiviazione del procedimento nei confronti dell'ex sindaco di Melpignano Sergio Blasi per diffamazione aggravata

Il gip del Tribunale di Lecce, Andrea Lisi, ha disposto l’archiviazione del procedimento per diffamazione aggravata nei confronti del sindaco di Maglie Antonio Fitto da parte dell’ex sindaco di Melpignano Sergio Blasi, oggi consigliere regionale e segretario regionale del Partito democratico. La querela, sporta da Fitto, faceva riferimento ad una intervista rilasciata dall’esponente politico del Pd al “Quotidiano di Lecce” in data 12 luglio 2009. In particolare alle seguenti parole: “il sindaco Fitto dovrebbe ristorare i cittadini per averli avvelenati con la Coopersalento”. Secondi la tesi difensiva, le parole di Blasi non erano riconducibili al diritto di cronaca. Inoltre, secondo l’avvocato del sindaco di Maglie, si era trattato di una “volontaria distorsione della realtà”, poiché “il fatto non corrisponde al vero”. Di parere opposto però il gip, che ha accolto la tesi del pubblico ministero, disponendo l’archiviazione. In particolare il giudice ha ritenuto che “l’affermazione di Blasi si colloca innanzi tutto in un ambito politico, poiché questi è esponente di un gruppo politico contrapposto”. Inoltre, si legge, nell’ordinanza di archiviazione, “il diritto di critica riveste necessariamente connotazioni soggettive ed opinabili quando si svolge in ambito politico”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!