Il Tar boccia il mega fotovoltaico

Cutrofiano. I giudici hanno respinto il ricorso della società Sac Srl contro il “no” della Regione

CUTROFIANO – Il mega parco fotovoltaico nelle campagne di Cutrofiano non si farà. Lo hanno deciso i giudici del Tribunale amministrativo di Lecce che hanno respinto il ricorso della Sac Srl, Società agricola Cutrofiano, avanzato contro il diniego emesso nei confronti del progetto dalla Regione Puglia circa un anno fa. Il progetto prevedeva un impianto industriale della potenza di 9,92 Mw su 51 ettari di terreno. La sentenza del Tar è importante anche per un altro motivo: contigui a quello bocciato erano stati previsti altri due impianti, di cui uno di circa 30 ettari poi ritirato. Dalla decisione dei giudici potrebbe scaturire un “virtuoso” effetto a catena che potrebbe scoraggiare interessi ad insediamenti energetici nella zona. Il Tar ha infatti bocciato la richiesta della società proponente il progetto, in quanto l’area interessata è inserita nel Piano regionale delle acque e dunque non può essere sottoposta a modifiche in quanto estremamente delicata; ogni pioggia intensa potrebbe provocare un’esondazione a causa del deflusso e convogliamento delle acque nel canale Piscopio. 2 marzo 2011 Fotovoltaico. La Regione boccia un nuovo impianto CUTROFIANO – La Regione Puglia ha detto no. Il Servizio Tutela delle Acque di via Capruzzi ha notificato lo scorso 17 febbraio al Comune di Cutrofiano il parere negativo di compatibilità con il Piano di Tutela delle Acque relativo alla realizzazione dell’impianto fotovoltaico da 9.92 MW proposto dalla ditta S.A.C. (Società agricola Cutrofiano) con sede legale a Brindisi, che doveva estendersi su un totale di 51 ettari di terreno posti a ridosso della parte est del centro abitato. Bocciando il progetto la Regione ha di fatto appoggiato il punto di vista del comitato “Forum Amici del territorio” che già nel giugno dello scorso anno aveva promosso una petizione popolare contro l’insediamento, raccogliendo 1300 firme di cittadini contrari, impegnando l’assise comunale ad esprimere parere sfavorevole nei confronti di nuovi progetti di impianti fotovoltaici. E così il Consiglio comunale fece, esprimendo all’unanimità parere sfavorevole all’iniziativa proposta e ribadendo la posizione contraria in sede di conferenza servizi a Bari (25 giugno 2010). Nel merito del provvedimento la Regione Puglia individua l’inconciliabilità dell’impianto con gli indirizzi di tutela e le misure di salvaguardia che il Pta (Piano tutela delle acque) prescrive per le zone limitrofe a corsi d’acqua, ritenendo che già la sua prossimità al bacino del Canale Piscopio sia di per sé una condizione di incompatibilità per la possibile alterazione del naturale deflusso delle acque. In particolare, secondo la nota emanata dal Servizio regionale di Tutela delle acque, la struttura di sostegno dei pannelli potrebbe addirittura modificare la normale capacità d’infiltrazione delle acque per effetto di una parziale impermeabilizzazione del suolo conseguente alla collocazione delle strutture previste. Il parere ambientale espresso dal Servizio di Tutela delle Acque, assieme a quello già espresso dall’Arpa Puglia in sede di conferenza servizi e all’inidoneità del sito sulla base delle recenti “Linee Guida per l’autorizzazione degli impianti ad energie rinnovabili” in vigore dal primo gennaio 2011, mette dunque fine ad un iter mai accolto favorevolmente dal territorio. Già la società Fotowatio con propria nota indirizzata all’Amministrazione comunale aveva reso noto la rinuncia alla costruzione di un altro impianto contiguo a quello della Sac che avrebbe dovuto occupare altri 31 ettari di suolo agricolo per 9.68 MW di potenza elettrica. Intanto il sindaco di Cutrofiano, Aldo Tarantini, ha fatto sapere che la Giunta comunale ha predisposto un provvedimento nel quale si chiede al Settore Edilizia del Comune di notificare la decadenza di tutte le Dia ancora in piedi, per impianti fotovoltaici su suoli agricoli inferiori ad 1MW, che alla data del 16 gennaio 2011 non abbiano proceduto all’allaccio degli impianti. Articoli correlati: Stop al fotovoltaico selvaggio a Cutrofiano (20 maggio 2010) Gli ambientalisti: via i pannelli dal Parco di Torre Paduli (24 settembre 2010) Cutrofiano: Fotowatio rinuncia al progetto dell'impianto fotovoltaico (24 novembre 2010) Cutrofiano. 'No ad altri impianti fotovoltaici' (15 gennaio 2011)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati