Turismo e cultura. Lecce e Vibo Valentia vanno d’accordo

Lecce. Oggi a Palazzo Carafa la sigla del protocollo d’intesa tra i due Comuni per favorire scambi commerciali ed incrementare le presenze turistiche

LECCE – Puglia e Calabria unite da un accordo per lo sviluppo del turismo. Per la precisione sono i Comuni di Lecce e di Vibo Valentia che hanno deciso di camminare insieme alla ricerca di sinergie che possano incrementare i flussi in entrata nei propri territori, valorizzando le peculiarità tipiche della tradizione culturale e gastronomica. Sarà siglato oggi alle ore 12, nell’aula consiliare di Palazzo Carafa, il protocollo istituzionale d’intesa “dei due mari ” tra i due Comuni per promuovere istituzionalmente iniziative tese allo sviluppo turistico – culturale – gastronomico. Numerosi gli obiettivi che intendono perseguire i due enti locali attraverso questa sinergia: sviluppo di un turismo culturale e gastronomico; promozione di un turismo folkloristico presso strutture ricettive presenti nei due comuni;impulso al turismo religioso nelle due Regioni di Puglia e Calabria; sviluppo di un turismo artigianale attraverso l’avvio di fiere ed eventi organizzati in collaborazione con la Confartigianato e la Camera di Commercio di Lecce e di Vibo Valentia; incentivazione di weekend in collaborazione con l’associazione Federalberghi; collaborazione con Federalberghi e Confcommercio per un turismo della terza età; cooperazione con le Associazione degli Industriali per favorire uno scambio tra gli imprenditori salentini e calabresi; promozione di iniziative che coinvolgano gli Istituti scolastici delle rispettive città. Alla cerimonia prenderanno parte il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, l’assessore alla Cultura e al Marketing Territoriale del Comune di Lecce, Massimo Alfarano, il sindaco di Vibo Valentia, Nicola D’Agostino, gli assessori agli Affari Istituzionali e alla Cultura del Comune di Vibo Valentia, Nicolino La Gamba e Marcello De Vita e il coordinatore del progetto Franco De Simeis dello staff del sindaco calabrese.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!