Alberto Villa tiene a galla il Casarano

Il bomber calabrese consenta alla Virtus Casarano di piegare in casa il Real Nocera col risultato di 2-1. I rossoblu hanno vinto in rimonta dopo il vantaggio di Coppola.

Alberto Villa 2, Real Nocera 1. Si riassume così la vittoria in rimonta del Casarano sulla squadra campana dinanzi al pubblico del “Giuseppe Capozza”. La doppietta del bomber calabrese consente alla Virtus di allontanare lo spettro dei bassi fondi della classifica vincendo un fondamentale scontro-salvezza. Le due marcature del centravanti rossoblu hanno anato il vantaggio dei campani ad opera di Coppola al termine di una gara frizzante e ricca di emozioni. Lo squalificato mister Caracciolo deve far a meno di capitan Calabro lanciando nella mischia i nuovi acquisti Ganci e Arcadio. In panchina si rivede Salvadore. I rossoneri rispondono con un accorto 4-4-2. Il primo scorcio di gara vive una fase di studio per le due squadre, con la Virtus incapace di concretizzare sterili trame offensive. È il Nocera a rompere il ghiaccio al 25° approfittando di un malinteso tra Vergori e Arcadio che spiana la strada al gol di Coppola, a segno con un tocco morbido a scavalcare l'incerto D'angelo. La prima frazione si chiude sul momentaneo 0-1 tra i malumori del Capozza. Nella ripresa il match si accende, ma il Casarano continua a sbattere sul muro degli ospiti continuando a palesare seri limiti in zona gol. Un handicap che non riguarda Alberto Villa, abile a riportare i suoi sul pareggio con l’assistenza del neo-entrato Meuli. Il Casarano continua ad attaccare alla ricerca di una vittoria insperata che si materializza nel finale ancora con l’incontenibile Villa, lesto a gonfiare la rete del definitivo 2-1 per le “Serpi”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!