Cominciano le riprese di Totem Blu

Il film si gira a Ruffano

Sono cominciate oggi a Ruffano le riprese del film Totem Blu. La troupe è arrivata questa mattina. Location dei vari “ciak” sarà un vicolo del centro storico in piazza IV Novembre a Ruffano. Si continuerà poi il prossimo venti di luglio

La Leucasia Film, società di produzione cinematografica salentina, impegnata con il lungometraggio dal titolo “Totem Blu”, ha scelto Ruffano come luogo per girare parte delle scene del film. Da realizzare soprattutto nel centro storico e sulla collina della Madonna della Serra il lavoro cinematografico è sostenuto dalla Provincia di Lecce che, con il Salento Film Found, ne ha permesso la realizzazione. È stata premiata in particolare l'originalità della sceneggiatura e la modernità di una storia ambientata nell'entroterra verace e tradizionale del territorio salentino che fa da sfondo a due ragazzi con voglia di emergere. La storia ha una forte influenza pulp o come dice il regista “una commedia a tinte forti, con scene e situazioni in cui i due protagonisti si troveranno al limite della legalità (e a volte la oltrepasseranno). Un'atmosfera dunque al limite tra finzione e realtà con una storia che parte dal ritrovamento di un cadavere su una spiaggia. Da qui si snoda la storia del film. “La scelta è caduta su Ruffano, commenta l’attore regista Massimo Fersini, anche per la bellezza del centro storico e le sue belle location oltre per la disponibilità dimostrata.” L’inizio delle riprese è previsto per il 2 luglio e la troupe si tratterrà a Ruffano per circa una settimana. Nel cast del film attrici come Simona Izzo e un debutto assoluto quello di Romina Carrisi, figlia di Romina Power e Albano Carrisi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!