Violenze su moglie e figli. Quattro anni e mezzo

Lecce. I giudici hanno accolto la richiesta dell’accusa. Le perizie psichiatriche: alterazioni della personalità ma non tali da renderlo incapace di intendere

LECCE – E’ stato condannato a quattro anni e mezzo di reclusione il bracciante agricolo 54enne del basso Salento responsabile di continue violenze e molestie nei confronti di moglie e quattro figli. Gli episodi sarebbero andati avanti per circa 30 anni fino al settembre del 2009, quando la donna si è decisa a denunciare tutto ottenendo il provvedimento di allontanamento dal paese di residenza. I giudici della prima sezione penale del Tribunale di Lecce (presidente Stefano Sernia) ieri hanno accolto la richiesta dell'accusa, il pm Antonio Negro. Caduta l’accusa di abusi sessuali ni confronti della moglie, in quanto il reato è prescitto. Nel corso delle indagini l’uomo è stato sottoposto a perizie psichiatriche che hanno evidenziato dei disturbi della personalità, ma non tali da renderlo incapace di intendere e di volere quando compiva gli atti di violenza nei confronti della propria famiglia.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!