L’iniziativa SUM-Nuova Messapia: 'Una delibera per dire no agli ogm’

Soleto. Oggi l’incontro di sensibilizzazione al tema. Verrà proiettato il documentario prodotto da SUM

SOLETO – Continua la mobilitazione civile di sensibilizzazione e informazione dei cittadini, promossa dall'associazione SUM-Stati Uniti del Mondo e sostenuta dall'associazione Nuova Messapia di Soleto per la messa al bando di tutte le sementi ogm dalla Puglia e dal Salento. Alle 17 di oggi presso la sala Centro Anziani di Soleto (largo Osanna) si svolgerà il pubblico incontro per una Puglia Libera da ogm durante il quale verrà presentato il videodocumentario prodotto dall'associazione SUM e realizzato in occasione del convegno internazionale “Puglia Libera da OGM” tenutosi a Lecce il 20 febbraio 2010. All'incontro prenderà parte, in qualità di relatore, Pietro Perrino direttore dell’Istituto del Germoplasma del CNR di Bari, un’importante banca dei semi, unica in Italia e fra le prime dieci nel mondo. Introdurranno l'iniziativa Daniela Comendulli, presidente dell'Associazione SUM e Francesco Manni, presidente dell'associazione Nuova Messapia. L'incontro sarà anche occasione per chiedere alla Regione Puglia e a tutte le amministrazioni comunali che ancora non lo avessero fatto, di esprimere attraverso un atto deliberativo ufficiale, proposto e promosso dall'associazione SUM, la loro piena e totale contrarietà all'introduzione sul suolo regionale e nazionale di sementi geneticamente modificate e di qualsiasi prodotto e sottoprodotto destinato all'uso alimentare, agronomico o per l'allevamento che presentasse una parte contaminante di derivazione transgenica (OGM). “Solo attraverso questo atto pubblico e di responsabilità, atteso da tutti i cittadini – dicono dall’associazione Nuova Messapia – l'ente regionale guidato dal governatore Vendola dimostrerà concretamente di voler perseguire e applicare a pieno quel diritto alla vita e alla tutela della Salute e salubrità pubblica espresso a chiare lettere dalla nostra Costituzione tutelando di fatto nei loro diritti fondamentali tutti i cittadini di oggi e le future generazioni”. Alla Campagna “Puglia libera da ogm” hanno aderito, con delibera, già 75 Comuni pugliesi, fra i quali i capoluoghi delle province di Lecce, Bari, Foggia, e migliaia di agricoltori, consumatori e commercianti pugliesi di prodotti biologici.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!