Oltre 30mila visitatori per ‘Pane in piazza’

Lecce. Bilancio positivo per l’iniziativa organizzata da Confartigianato Imprese e Camera di Commercio di Lecce

LECCE – Si è chiusa con successo la quarta edizione di “Pane in piazza”, iniziativa targata Confartigianato Imprese e Camera di Commercio di Lecce. Per quattro giornate, da sabato 29 ottobre a martedì 1 novembre, la manifestazione ha attirato oltre 30mila visitatori che si sono riversati in piazza Sant’Oronzo a Lecce attirati dal profumo del pane caldo. Tanti i turisti, italiani e stranieri, affascinati dalla lavorazione in diretta del pane e dei prodotti da forno tipici dell’arte bianca salentina, impastati e serviti caldi e fragranti. Per la produzione, sono stati consumati oltre 80 quintali di farina (il 30 per cento in più dello scorso anno), trasformata in pane, panini, pucce, pizze farcite e tanto altro: oltre 1500 le teglie di focaccia sfornate, ben 100mila i “pizzi” e 2mila i cornetti salati. Ogni giorno, gli artigiani dell'Associazione panificatori salentini di Confartigianato Imprese, guidati dal presidente Claudio Tridici, hanno alternato preparazioni e dimostrazioni, offrendo a grandi e piccoli tante prelibatezze “rigorosamente realizzate con ingredienti naturali”. A conquistare il palato dei visitatori è stato in particolare il rustico “light” (prodotto con sfoglia di pane al latte), nato dalla collaborazione con il maestro Fabio Albanesi, presidente dei panificatori di Confartigianato Roma, ospite nelle prime due giornate dell’evento. Alto il gradimento anche per l’originale pane-zucca preparato in occasione di Halloween. Molto apprezzato l’originale allestimento a cura di Eventi Marketing & Communication, l’agenzia che ha organizzato l’evento: un’area-laboratorio di 400 metri quadri che ricordava un’antica masseria salentina, tra volte a stella, archi e i colori caldi e luminosi della pietra leccese; sullo sfondo, le luminarie tipiche delle feste popolari salentine. Anche quest'anno la manifestazione ha riconfermato la sua attenzione al sociale destinando una parte del ricavato all'associazione Bip Bip onlus per la prevenzione dei traumi cranici e spinali. L'iniziativa è stata promossa dalla Camera di Commercio di Lecce, Multilab, Confartigianato Imprese Lecce e Associazione Panificatori Salentini, in collaborazione con il Consorzio Gusto Salento e il patrocinio di Comune e Provincia di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!