Confindustria: 'Proposte giovani per l'Italia'

Lecce. Il gruppo di giovani industriali presieduto da Antonio Scarlino sostiene l’iniziativa nazionale lanciata da MTV e Gruppo 24 Ore

LECCE – E’ rivolta ai giovani dai 18 ai 30 anni l’iniziativa del gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria, in collaborazione con MTV e Gruppo 24 Ore, che punta ad elaborare proposte nuove per la crescita e lo sviluppo del Paese ma, soprattutto, per il suo rinnovamento. “Fai la tua proposta per l’Italia” e “Alziamo il volume. Diamo voce al futuro” sono alcuni degli slogan che caratterizzano la campagna. “Confindustria Lecce – afferma il presidente del Gruppo Giovani, Antonio Scarlino – intende sostenere fortemente tale iniziativa e sta avviando una serie di comunicazioni presso le Università, gli Ordini professionali, le scuole, le organizzazioni datoriali e sindacali, con l’obiettivo di coinvolgere il maggior numero di giovani, professionisti e non, tra i 18 e 30 anni, che potranno inviare sul sito ufficiale dei Giovani Imprenditori (www.giovanimprenditori.org), di MTV (www.mtvnews.it) o del Sole 24 Ore (www.ilsole24ore.com) la loro idea, sintetizzandola in una frase ed aggiungendo tre parole chiave. Le proposte più significative verranno presentate al XXVI Convegno di Capri che si svolgerà il 21 e 22 ottobre presso il Grand Hotel Quisisana, insieme a quelle elaborate dal Gruppo”. “Come Giovani – conclude Scarlino – intendiamo contribuire a lanciare la nostra proposta per un Paese che stenta ancora a recuperare in competitività e che ha bisogno di nuova linfa, di nuove energie per riprendere il ruolo che merita nel panorama internazionale. Il coinvolgimento delle giovani menti, che, per loro natura, citando il compianto Steve Jobs, dovrebbero essere ‘affamate e folli’, nasce dalla convinzione che siano il vero motore del mondo”. Ulteriori info su: http://www.giovanimprenditori.org/sondaggi.asp

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!