Rallylegend. Podio di classe per De Marco e Nicoli

Casarano. Partiti a rilento per via dell’asfalto reso umido dalla pioggia, nella seconda giornata di gara, i due hanno saputo recuperare diverse posizioni

CASARANO – Nuovo esaltante risultato per la Scuderia Automobilistica Casarano Rally Team che lo scorso fine settimana ha preso parte all’edizione 2011 del Rallylegend, manifestazione unica nel suo genere, disputatasi nella Repubblica di San Marino e che da nove anni celebra grandi campioni e le vetture da rally più belle di sempre. Marco De Marco supportato alle note dal codriver e giornalista milanese Andrea Nicoli, alla guida della performante Ford Escort Rs Cosworth ex ufficiale Ford Italia-Jolly Club, con la quale Gianfranco Cunico si è aggiudicato nel 1994 la vittoria nel Campionato Italiano Rally, ha concluso la gara conquistando una più che onorevole quinta posizione assoluta, suffragata anche dal quarto posto ottenuto nella classifica di gruppo e dal terzo piazzamento colto nella graduatoria di classe GS5. Obiettivo centrato dunque per l’equipaggio portacolori del team salentino che alla vigilia puntava a far bene e c’è riuscito grazie a una splendida prestazione che lo ha visto costantemente in piena bagarre per le posizioni nobili delle varie classifiche. Partiti a rilento per via dell’asfalto reso umido e a tratti scivoloso dalla pioggia caduta prima del via, De Marco e Nicoli nella seconda giornata di gara, hanno saputo recuperare diverse posizioni, facendo segnare ottimi scratch e respingendo di volta in volta gli attacchi dei loro avverarsi. Un “lungo” sul primo passaggio di “San Marino” costato oltre 10 secondi gli aveva fatti retrocedere in classifica ma grazie a una straordinaria performance sfoderata sulla penultima prova, dove hanno fatto segnare il secondo miglior tempo assoluto dietro al finlandese pluri campione del mondo Juha Kankkunen, sono riusciti ad agguantare la definitiva e meritata quinta posizione assoluta e terza di classe. “Sono soddisfatto – questo il commento di De Marco a fine gara –; il risultato che ne è scaturito è senz'altro positivo. Non era facile, visti gli avversari, riuscire a ripetere il risultato dello scorso anno. La vettura non ha accusato il benché minimo problema e a parte un dritto sulla ps 7che mi ha fatto perdere qualche posizione, sono riuscito ad avere un buon passo di gara, migliorando progressivamente i riscontri cronometrici. Considero il quinto posto, il massimo risultato che era possibile conquistare, dopo un avvio che ci aveva visti precipitare in diciassettesima posizione assoluta”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!