Estorsione. Arrestata la figlia di una cartomante

Nardò. Quando una “cliente” ha tentato di troncare i rapporti con la “maga”, la figlia di questa l’ha minacciata di gravi ritorsioni

NARDO’ – Una ragazza albanese di vent’anni, residente a Nardò, è stata arrestata dai carabinieri della con l’accusa di aver estorto la somma di 180 euro ad una donna di nazionalità romena residente nella città neretina. La presunta vittima per oltre un anno avrebbe subito i raggiri della madre dell’arrestata, una sedicente cartomante che si è fatta versare la somma di 20mila euro circa per predire il futuro della donna. Quando la donna ha cercato di troncare ogni rapporto con la maga, è entrata in azione la figlia, la quale, minacciando gravi ritorsioni attraverso la delinquenza locale, si è fatta consegnare la somma di 180 euro. E’ proprio in questo momento che sono entrati in azione i militari dell’Arma, già da tempo sulle tracce di madre e figlia, perché informati proprio dalla ragazza romena che non ce la faceva più a sopportare questa situazione. Così la ventenne albanese, colta con le mani nel sacco e precisamente con i soldi dell’estorsione, è stata fermata e arrestata dai carabinieri, che recuperati i soldi li hanno restituiti alla legittima proprietaria. Dopo le formalità di rito, la ragazza albanese è stata posta agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre la madre è stata denunciata a piede libero.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment