Droga. Preso imbianchino col ‘pollice verde’

Melendugno. Il 42enne Marcello Esposito è finito in manette per produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

MELENDUGNO – Coltivava e poi spacciava marijuana. Nel corso della notte è finito in manette, ad opera dei carabinieri di Melendugno e Calimera, Marcello Esposito, 42 anni, imbianchino di Martignano. L’arresto è stato l’epilogo di una serie di servizi di osservazione che da qualche giorno i militari stavano effettuando in località Castrisani, agro del comune di Melendugno dove i militari della Stazione di Melendugno erano stati colpiti da alcune piante particolarmente vive, in un contesto di vegetazione sofferente a causa delle alte temperature di questi giorni. Raggiunte le piante è stato subito evidente che si trattasse di piante di canapa indiana oramai dalle dimensioni di oltre due metri, e che, dato il colore e la condizione del terreno dei vasi in cui erano piantate, dietro il ritrovamento ci fosse la presenza di qualche “estimatore” del genere. Così i militari hanno immediatamente intrapreso un’attività di osservazione che la scorsa notte ha avuto i suoi frutti. Marcello Esposito è stato colto mentre era intento a curare il suo “orto”. A suo carico è scattato immediatamente l’arresto. Quattro i vasi sequestrati, ognuno contenente una pianta di due metri più altre parti di piante già essiccate.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment