Droga nel barattolo di vetro. In arresto due giovani

Lecce. Roberta Candido e Maicol De Pascalis dovranno rispondere del reato di detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti

LECCE – Nella serata di ieri, a conclusione di una intensa attività investigativa, la Squadra Mobile di Lecce ha tratto in arresto Roberta Candido, classe 1982, pregiudicata per reati in materia di droga e Maicol De Pascalis, classe 1990, incensurato, responsabili, in concorso tra loro, del reato di detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli investigatori avevano già avuto modo di maturare sospetti sui due giovani poi arrestati in materia di spaccio di sostanze stupefacenti. E così, dopo averli pedinato ed osservati da lontano, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare nell’abitazione di De Pascalis. Lì hanno rinvenuto complessivamente: 47 grammi di hashish e 160 grammi di marijuana contenuta all’interno di un boccale di vetro. Inoltre, addosso a Candido è stata rinvenuta e sequestrata la somma di 3.495 euro in contanti, somma costituita anche da banconote di piccolo taglio, considerata frutto dell’attività illecita. In casa di De Pascalis è stata successivamente trovata anche una bilancina elettronica di precisione. Nel corso della stessa operazione è stata denunciata, in stato di libertà, per il delitto di detenzione a fine di spaccio di sostanza stupefacente, un’altra persona perché a seguito di perquisizione, personale e locale, è stata trovata in possesso di 3 grammi di hashish, un bilancino e 2.500 euro in contanti. Candido e De Pascalis sono stati associati presso la locale Casa Circondariale di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!