Gal Serre Salentine. I nuovi bandi

I settori di intervento sono i servizi educativi e didattici ed i servizi socio-sanitari. A disposizione, in tutto, 300mila euro per imprenditori agricoli in forma singola o associata

Continua l’erogazione di finanziamenti in conto capitale da parte del Gal serre Salentine. Stavolta i settore di intervento sono i “Servizi Educativi e Didattici” (Misura 3.1.1. – Azione 2) ed i “Servizi Socio-Sanitari” (Misura 3.1.1. – Azione 3). La Misura 3.1.1., ovvero “Diversificazione in attività non agricole”, si pone l’obiettivo di incrementare la diversificazione delle fonti di reddito e dell'occupazione della famiglia agricola, promuovendo l'uso sostenibile delle risorse fisiche, naturali e agricole disponibili, favorire l'ingresso di giovani e donne nel mercato del lavoro e stimolarne la permanenza nelle aree rurali. In particolare, l’Azione 2 “Servizi Educativi e Didattici – Masseria Didattica” sosterrà gli investimenti effettuati dalle aziende agricole per la fornitura di servizi educativi e didattici. Le attività didattiche dovranno sviluppare contenuti che siano in grado di fornire un apporto significativo al processo di valorizzazione dell’identità locale che costituisce uno dei temi portanti del Piano di Sviluppo Locale. Gli interventi dovranno sviluppare la conoscenza: dell’attività agricola, dei cicli produttivi, della stagionalità dei prodotti, della vita e della biodiversità animale e vegetale; dei sistemi agricoli di produzione biologica, integrata o ecocompatibile, al fine di realizzare un’agricoltura sostenibile; delle qualità salutistiche e nutrizionali delle produzioni; degli aspetti storici, culturali e antropologici legati alle produzioni alimentari delle Serre Salentine e del suo territorio; di una sana e corretta alimentazione. L’Azione 3 “Servizi Socio-Sanitari – Fattoria Sociale” sosterrà invece gli investimenti effettuati dalle aziende agricole per la fornitura di servizi socio-sanitari rivolti alle fasce deboli della popolazione. L’aiuto sarà concesso per gli investimenti riguardanti: l’ammodernamento di locali preesistenti, (compresi modesti ampliamenti limitati alla realizzazione di vani di servizio); l’acquisto di attrezzature per la fornitura di servizi socio-sanitari; l’acquisto di arredi e di attrezzatura informatica; spese generali: onorari di architetti, ingegneri e consulenti nella misura massima del 10% del costo totale dell’investimento. I beneficiari dei bandi sono gli imprenditori agricoli in forma singola o associata. Le risorse pubbliche messe a disposizione dal Gal Serre Salentine per questo bando sono pari a 300mila euro. L’entità dell’aiuto è pari al 50% delle spese giudicate ammissibili, secondo i massimali di progetto indicati nei bandi che sono pubblicati con la modalità del “bando aperto” con redazione delle graduatorie ogni tre mesi a partire dalla data di pubblicazione e fino ad esaurimento dei fondi disponibili. La prima scadenza per l’invio delle domande di aiuto è fissata al 1° agosto 2011. La pubblicazione dei bandi è una straordinaria opportunità di crescita e di sviluppo del territorio del Gal Serre Salentine formato dai comuni di Alezio, Alliste, Casarano, Collepasso, Galatone, Gallipoli, Matino, Melissano, Neviano, Parabita, Racale, Sannicola, Taviano e Tuglie. “Un’altra scommessa sul fronte dello sviluppo locale per favorire e rafforzare la permanenza nel mondo agricolo e rurale dei numerosi operatori del settore, prevedendo ricadute positive per le imprese ed opportunità lavorative soprattutto per i giovani e le donne di questa terra – ha dichiarato il presidente del Gal Serre Salentine, Salvatore D’Argento -. Tuttavia, è anche importante la consapevolezza dell’agricoltore del particolare tipo di attività che egli va ad intraprendere. Nel contesto della fattoria sociale, ad esempio, dovrà essere assicurata la presenza di diverse professionalità a seconda della tipologia di percorso e dei target individuati per i destinatari finali: accanto alla figura dell’imprenditore agricolo, che continuerà ad occuparsi dell’attività agricola la quale resterà attività prevalente, si affiancherà anche la presenza di figure socio-educative come l’educatore sociale, l’assistente sociale, gli animatori sociali e di figure socio-sanitarie come lo psicologo, l’educatore professionale, l’operatore sociosanitario, il terapista della riabilitazione, esperti in ippoterapia ed onoterapia, etc.” Per maggiori informazioni visitare il sito www.galserresalentine.it oppure chiamare allo 0833-558786.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!