Affittava appartamento in nero. Denunciato

Porto Cesareo. La scoperta ad opera dei finanzieri della Brigata del posto

PORTO CESAREO – Una locazione in nero è stata scoperta nei giorni scorsi dai finanzieri della Brigata di Porto Cesareo, che hanno condotto controlli in materia. Dagli accertamenti svolti, è stato appurato che il proprietario di una abitazione concessa in locazione non ha dichiarato il reddito del canone di locazione percepito. La legge dispone che tutti i contratti di locazione e affitto di beni immobili debbano essere obbligatoriamente registrati, entro 30 giorni, dall’affittuario (conduttore) o dal proprietario (locatore), qualunque sia l’ammontare del canone pattuito, versando contemporaneamente le imposte dovute (registro e bollo). Se la durata del contratto non supera i 30 giorni complessivi nell’anno, non si è obbligati alla registrazione dello stesso. Poiché il locatore non ha provveduto alla dichiarazione dei canoni percepiti, è stato segnalato alla Agenzia delle Entrate di Lecce per il recupero delle imposte dovute.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!