No alle indennità; sì alle borse di studio

Parabita. L’opposizione rinuncia all’indennità di carica per finanziare borse di studio

PARABITA – Bene Comune e Parabita Domani, due gruppi consiliari di opposizione, nel consiglio comunale convocato per oggi 29 aprile chiederanno a tutto il consiglio di devolvere le proprie indennità di carica per finanziare delle borse di studio, destinate a studenti meritevoli e privi di mezzi. In un momento storico in cui il sistema formativo pubblico attraversa un grande momento di crisi economica e la continua riduzione di risorse nei confronti del sistema universitario ha innescato un aumento considerevole delle tasse, inducendo molte famiglie a dover rinunciare alla formazione dei propri figli, arriva dalla giunta comunale un aiuto. Lo scopo è quello di venire incontro ai cittadini che negli ultimi tempi hanno dovuto eliminare acquisti e spese, che non rientravano nella sfera dei bisogni primari. Le opposizioni chiederanno, inoltre, al sindaco ed alla giunta di rinunciare all’aumento dello stipendio degli amministratori approvato il 3 marzo 2011 con la delibera n.ro 65 che ha triplicato le indennità e fatto salire la spesa pubblica ad oltre 100 mila euro l’anno. Il diritto degli amministratori alle indennità viene, così, rivisto alla luce del contesto socio-economico e dell’attuale momento storico contrassegnato da crisi economica e occupazionale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!