Villa in campagna. Abusiva

Taurisano. I finanzieri di Casarano hanno sequestrato l’immobile, ancora in costruzione, e denunciato il proprietario

TAURISANO – Una villa di 300 metri quadri all’interno di una campagna di mille metri. Non ci sarebbe di strano se non fosse che la villa è abusiva. La scoperta è stata effettuata dai finanzieri della tenenza di Casarano che, dopo approfondimenti eseguiti presso l’Ufficio Tecnico del posto, hanno potuto appurare che per l’immobile non era mai stata richiesta alcuna autorizzazione o permesso di costruire. La costruzione abusiva, composta da due piani di cinque vani ciascuno è ancora in fase di costruzione e quindi priva di intonaci interni ed esterni, impianti tecnologici e della relativa pavimentazione. L’intera struttura, del valore di circa 200mila euro, è stata sottoposta a sequestro attraverso l’apposizione dei relativi sigilli ed il proprietario, un 43enne del posto, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce per violazione delle norme in materia edilizia. Dall’inizio dell’anno, a contrasto dell’abusivismo edilizio, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Lecce hanno effettuato 70 interventi che hanno consentito di denunciare a piede libero 92 soggetti e di sottoporre a sequestro 72 unità abitative per complessivi 8.320 metri quadri.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment