'Nuova Salento Energia'. Illustrato il Piano

Lecce. Il Consiglio provinciale di Palazzo dei Celestini ha preso atto (20 voti favorevoli, 4 contrari e 7 astenuti) del nuovo progetto

E’ tornato a riunirsi il Consiglio provinciale di Palazzo dei Celestini. Ieri, l’assise ha preso atto (con 20 voti favorevoli, 4 contrari e 7 astenuti) del Piano di impresa della “Nuova Salento Energia”, quinquennale, redatto dall’amministratore unico della stessa Maurizio Mazzeo, già approvato dalle organizzazioni sindacali e deliberato dall’assemblea dei soci. Il Piano d’impresa relaziona sul progetto di investimento e sull’attività aziendale e riguarda il “Servizio per l’esecuzione degli accertamenti e delle ispezioni per il controllo del rendimento di combustione e dello stato di esercizio e manutenzione degli impianti termici nella provincia di Lecce”. “Come da impegno preso torniamo in Consiglio provinciale per illustrare il Piano di impresa della società “Nuova Salento Energia”, che ha consentito alla stessa di ripartire dal 1° aprile 2011”, ha esordito il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone. “Il Piano di impresa prevede l’impegno medio di 28 ore settimanali, con l’aggiunta della fruizione di ammortizzatori sociali per arrivare alle 40 ore e vede garantiti i livelli occupazionali di 67 unità, diventate 65 per due pensionamenti. Già nel 2012 ci sarà un incremento dell’orario di lavoro, per andare a regime nei prossimi anni”. Ha proseguito il presidente: “E’ una sfida che la Provincia vuole cogliere e vincere e che si concretizza dopo il monitoraggio avviato per capire se la gestione del servizio fosse appetibile per i soggetti privati. A questa chiamata non c’è stata risposta. Ci siamo fatti, allora, carico del risultato e, dopo mesi di lavoro e un’impostazione lineare dell’attività, siamo giunti a questa soluzione”. “La nostra soddisfazione per questa vicenda, che ci ha visti impegnati per oltre un anno, sta nella condivisione del percorso da parte dei lavoratori e delle rappresentanze sindacali, che si è chiuso con il loro assenso”. “Nel mese di ottobre faremo il punto sulla situazione in questa stessa sede per capire gli step realizzati e l’andamento della società. I due obiettivi prefissati sono salvaguardati: da una parte la sicurezza degli impianti e, dall’altra il controllo e la tutela delle condizioni ambientali”, ha concluso il presidente Gabellone. A seguire sono stati approvati all’unanimità i punti all’ordine del giorni relativi a: Regolamento per il funzionamento dell’assemblea dei sindaci; Società di servizi che impiegano lavoratori socialmente utili addetti al servizio di pulizia negli Istituti scolastici; Piano territoriale di coordinamento provinciale e Piano di bacino per l’assetto idrogeologico. Istruttoria finalizzata al parere di compatibilità con il Ptcp – Indirizzi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment