Medico evasore. La Gdf lo segnala all’Agenzia delle entrate

Lecce. Aveva evaso compensi per circa 90mila euro. Nei guai un professionista della provincia di Lecce

LECCE – Ha nascosto al Fisco compensi derivanti dall’attività professionale per circa 90mila euro ed una base imponibile sottratta ai fini Irap per ulteriori 96mila euro. Le Fiamme gialle di Lecce hanno scoperto un medico della provincia non in regola con le tasse ed hanno pertanto deciso di avviare le indagini bancarie per giungere alla esatta ricostruzione della posizione fiscale del professionista. Le indagini bancarie rappresentano, infatti, uno strumento efficace ed incisivo nell’azione di contrasto all’evasione fiscale per le conseguenze immediate e dirette che hanno nella definizione della pretesa tributaria. Per ogni singola operazione bancaria, difatti, il contribuente deve essere in grado di dimostrarne l’irrilevanza ai fini fiscali o di averne tenuto conto nella determinazione del reddito. Il medico, titolare di uno studio ortopedico della provincia, non ha saputo fornire ai finanzieri una valida giustificazione ai numerosi e cospicui versamenti operati sui conti correnti bancari; pertanto, gli investigatori hanno segnalato all’Agenzia delle Entrate, per il recupero delle relative imposte, i compensi percepiti nell’esercizio dell’attività professionale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment