'Welcome Baby'. Un albero per ogni bimbo

A Taviano una manifestazione per la messa a dimora (piantumazione) delle piante dedicate ai nuovi nati

“Welcome Baby” è un progetto con cui l’amministrazione di Taviano da il “benvenuto” alle nuove generazioni dedicando, a tutti i nati negli ultimi anni nel Comune salentino, tra il 2009 e il 2010, un’area verde che riporti i loro nomi. La cerimonia, di piantumazione di alberi, si svolgerà questa mattina, alle ore 10, presso Piazzetta Baden Powell (Zona Industriale). Parteciperanno il sindaco di Taviano, Salvatore D’Argento, l’assessore all’Ambiente, Danilo Manni, una rappresentanza del Corpo Forestale dello Stato, e le famiglie dei bambini. L’intento è sensibilizzare le famiglie e i bambini al rispetto dell’ambiente per creare una coscienza critica sul tema della qualità dell’ecosistema, promuovendo un comportamento civico improntato sui valori della responsabilità e della sostenibilità ambientale. Il programma educativo del progetto “Welcome Baby” prevede anche altre attività rivolte a sensibilizzare e coinvolgere la cittadinanza su varie problematiche (raccolta differenziata, incontri ed esperienze condivise tra diverse fasce generazionali, attività itineranti di comunicazione ambientale, ecc.) da realizzare prevalentemente nelle scuole e nelle piazze delle città aderenti. “La data del 21 marzo non è casuale – precisa il sindaco – è la giornata che, su indirizzo del Ministero della Pubblica Istruzione e del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, le scuole italiane dedicano alla celebrazione della Festa dell’Albero. L’evento nasce dalla necessità di sensibilizzare le famiglie sulle tematiche relative alla salvaguardia delle risorse fitogenetiche autoctone, attualmente in pericolo anche per la forte incidenza degli incendi boschivi e del fenomeno delle discariche abusive. Al centro di questa iniziativa, la conservazione della diversità biologica come elemento fondamentale della salvaguardia ambientale rurale e del paesaggio, sensibilizzando verso una coscienza critica della salvaguardia e dell’interesse verso il patrimonio naturalistico – ambientale”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment