Puglia 'aperta e solidale' per il diritto alla casa

Bari. Convenzione tra Regione e Ipres per interventi sul fabbisogno abitativo di immigrati con analisi delle criticità di domanda e offerta

Approvato lo schema di convenzione tra la Regione Puglia e l’Istituto Pugliese di Ricerche economiche e sociali (Ipres) per l’attuazione di attività di ricerca e diffusione nell’ambito di “Puglia Aperta e Solidale. Diritto alla casa – Diritto alla Cittadinanza”, un progetto, risultato assegnatario di risorse pari a 1.080.000 di euro e condotto in collaborazione con le Amministrazioni Provinciali, destinatarie dirette di finanziamenti volti alla costituzione di Agenzie Sociali di Intermediazione Socio – Abitativa (Asia) di natura provinciale e di Banca Popolare Etica. Le attività previste riguardano interventi di ricerca per il fabbisogno abitativo con analisi delle criticità fra domanda e offerta, intermediazione e gestioni di emergenza per gruppi in difficoltà a carico delle Province, orientamento degli operatori, diffusione di buone pratiche (a carico della Regione e della Banca Etica). L'Ipres gestirà e analizzerà i dati raccolti sulle situazioni monitorate, tra cui la tensione abitativa nelle grandi città e nelle zone rurali e presenterà un rapporto finale che permetta di inquadrare problematiche ed esigenze. Nell'elaborazione dell’analisi per la presentazione della buona pratica sono previsti incontri con i Comuni capofila degli ambiti territoriali sociali per analizzare la replicabilità dell’intervento, anche con l’apporto delle risorse finanziarie assegnate ai Piani Sociali di Zona. La dotazione finanziaria per la collaborazione è pari a 48mila euro. Si ricorda, infine, che la realizzazione del progetto “Puglia aperta e solidale” ha consentito l’avvio della prima sperimentazione del Fondo di Garanzia per il microcredito. Il programma di microcredito fornisce un supporto finanziario ai cittadini immigrati per far fronte ad interventi di sostegno all’accesso alla casa, quali a titolo esemplificativo, la costituzione di depositi cauzionali per la locazione, il sostegno per il pagamento del canone di locazione e delle spese condominiali, interventi di manutenzione ordinaria sull’immobile. Sono possibili destinatari del programma tutti gli immigrati regolari residenti in Puglia. L’individuazione e selezione dei beneficiari viene effettuata dalle Asia provinciali tramite la valutazione di coerenza fra i progetti presentati e le finalità e i criteri stabiliti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!