Furti e rapine: la polizia monitora il territorio

Predisposti, dalla Questura di Lecce, servizi di controllo nelle zone dove si era maggiormente registrata una recrudescenza dei reati

Per il contrasto e la prevenzione dei reati contro la persona e il patrimonio (furti e rapine), la Questura di Lecce ha predisposto servizi di controllo del territorio che si sono svolti dal 19 al 25 febbraio e hanno visto l’impiego di 42 pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Meridionale” di Lecce, della Sezione Volanti di Lecce, della Squadra Mobile, dei Commissariati distaccati di Galatina, Gallipoli, Otranto, Taurisano e Nardò, con il concorso della Polizia Stradale. I servizi sono stati svolti nelle zone dove negli ultimi tempi si era maggiormente registrata una recrudescenza dei reati. I controlli hanno interessato anche la sicurezza stradale e l’osservanza delle norme di polizia amministrativa per gli esercizi pubblici. Per l’area del Nord Salento le attività si sono concentrate in particolare nei comuni di Lecce, Surbo, compresa anche la frazione di Giorgilorio, Trepuzzi, Squinzano, Campi Salentina e Monteroni di Lecce, dove sono state eseguite perquisizioni domiciliari a carico di pregiudicati anche inseriti nella criminalità organizzata. A Trepuzzi sono stati denunciati, in concorso tra loro per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente due giovani, S.P. di anni 21, di Trepuzzi e P.A., di anni 18, di Lecce, ai quali sono stati sequestrati circa 10 grammi di hashish e un bilancino di precisione con materiale per il confezionamento delle dosi. Tre persone di Cavallino, C.L., G.C. e C.S. sono state denunciate per minacce e lesioni. A Lecce si è poi provveduto a denunciare E.G., per il possesso ingiustificato di armi bianche. Per il Sud Salento sono stati svolti servizi di controllo del territorio supportati da attività investigative ad opera del personale della Squadra Mobile di Lecce. A Otranto, Poggiardo, Vitigliano, Vaste, Santa Cesarea, Castro, Muro Leccese e Sanarica, la Polizia di Stato ha eseguito numerosi controlli degli avventori degli esercizi pubblici dove era stata segnalata la presenza di persone dedite allo spaccio e al consumo di sostanze stupefacenti. Per la zona di Galatina, i servizi hanno interessato il territorio dei Comuni di Cutrofiano, Aradeo e le frazioni di Collemeto e Noha. Ad Aradeo è stata denunciata una persona titolare di un esercizio pubblico per non aver esposto le tabelle relative al divieto dei giochi proibiti. Sono state controllate numerose sale giochi con particolare riguardo alla disciplina dei videogiochi. Ne comprensorio di Gallipoli, sono stati oggetto dei servizi i comuni di Gallipoli, Sannicola ed Alezio, dove il contrasto ha interessato prevalentemente gli esercizi commerciali frequentati da persone pregiudicate. Inoltre a Gallipoli, sono stati sequestrati, all’interno di un bar, alcuni videopoker e comminate sanzioni amministrative per un totale di 8mila euro, sia al titolare del bar che al proprietario delle apparecchiature. Altre due persone (due fratelli), S.P. e S.D., di Gallipoli, sono stati denunciati per violazione delle normative ambientali avendo abbandonato rifiuti pericolosi. Le pattuglie che invece hanno operato a Taurisano, Ugento, Ruffano e Casarano hanno proceduto al controllo di persone sospette, di esercizi pubblici, piazze, luoghi di ritrovo di persone dedite alla commissione di reati. In particolare il titolare di un pub pizzeria di Ruffano è stato deferito in stato di libertà per inosservanza delle norme igienico-sanitarie: sono stati sequestrati nove chili di prodotti alimentari surgelati. A Taurisano gli agenti del locale Commissariato di P.S. hanno arrestato tale Samuele Del Nilo, dell’82, già noto per precedenti specifici e per ricettazione, per il reato di spaccio di sostanza stupefacente del tipo eroina contenuta in 12 involucri di cellophane. Nell’ambito delle attività sono stati effettuati numerosi controlli volti anche a contrastare fenomeni di abuso di alcool e stupefacenti i quali , spesso, fungono da amplificatore-conduttore per la commissione di attività illecite. Risultati complessivi – persone identificate nr. 2.338, di cui pregiudicati nr. 93 – persone sottoposte a vincoli di legge nr. 37 (sorvegliati speciali e arrestati domiciliari) – persone indagate in stato di libertà nr. 24 – persone arrestate nr. 8 – veicoli sequestrati per violazioni al C.d.S. per guida in stato di alterazione nr. 9 (di cui penali 1 ed amministrativi 8) – contravvenzioni al C.d.S. nr. 60 – contravv. amm.ve per violazioni al T.U. e Leggi finanziarie nr. 15 – veicoli controllati nr. 1.105 – patenti ritirate nr. 16 – Carte di Circolazione ritirate nr. 5 I servizi sinora svolti hanno fatto registrare un calo dei reati predatori n genere, sia nel capoluogo che nelle altre aree interessate.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati