Ricci di mare non ‘tracciabili’. Scatta il sequestro

Lecce. L’operazione della polizia municipale con la guardia costiera di S. Cataldo e con la Asl di Lecce. Multato per 5.164 euro il responsabile

LECCE – Un notevole quantitativo di ricci di mare sono stati sequestrati nella giornata di ieri dagli agenti della polizia municipale di Lecce. Erano stati posti in vendita su un’area pubblica ed erano privi di qualsiasi certificazione di tracciabilità. Al termine dell’operazione – effettuata in collaborazione con la Guardia Costiera di S. Cataldo e con la Asl di Lecce – gli agenti hanno provveduto a comminare una sanzione di 5.164 euro nei confronti del responsabile. Il prodotto sequestrato, essendo stato classificato dall’Asl “prodotto vitale”, è stato rimesso in mare. L’intervento della polizia municipale rientra nell’ambito di un attività tesa alla tutela del consumatore e alla repressione dell’abusivismo commerciale.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati