Le – Ba – Na: Vendola auspica treno ad altà capacità

Bari. “E' un'opera strategica – ha detto – da svariati miliardi di euro e su questa dobbiamo concentrare attenzione e risorse”

“Liberare le strade da quei tir che portano per il 95% le merci su gomma significa fare una rivoluzione ambientale, ma unire il Tirreno all'Adriatico significa fare una grande rivoluzione economica. E' un opera strategica che costa svariati miliardi di euro e su questa dobbiamo concentrare attenzione e risorse”. Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, lo ha detto al termine dell'incontro istituzionale a Bari con il Ministro dei Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto. “Al centro dei miei sogni e delle mie visioni – ha spiegato Vendola – c'è il treno ad alta capacità che parte dal Salento e arriva a Napoli, quell'infrastruttura più importante di qualunque altra perchè può cambiare la storia economica e ambientale di tutta l'Italia”. Vendola ha poi parlato del Piano “Puglia Corsara”, che contiene le grandi infrastrutture strategiche per la Regione, spiegando che “quel Piano è già in linea con quello che ci siamo detti con il Governo in tema di concentrazione di opere strategiche. “'Puglia Corsara' – ha concluso – è uno sforzo importante di andare oltre a logica della polverizzazione degli interventi, puntando su alcuni assi strategici del sistema trasportistico che consentano alla Puglia di sentirsi Europa ed essere competitiva”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati