Scoperta villa abusiva immersa nel verde

Ugento. L'immobile è stato sequestrato e il proprietario denunciato per violazione delle norme in materia edilizia

I Finanzieri della Tenenza di Casarano hanno sequestrato nel comune di Ugento, una villa abusiva e segnalato all’Autorità Giudiziaria una persona. L’abitazione, costruita su un terreno agricolo di circa mille metri quadri, a pochissimi chilometri dal mare, occupa una superficie complessiva di circa 250 metri quadri per un valore commerciale di oltre 160 mila euro. I successivi approfondimenti eseguiti presso l’Ufficio Tecnico del Comune, hanno permesso di appurare che per il fabbricato non era mai stata richiesta e quindi rilasciata, alcuna autorizzazione o permesso di costruire La costruzione abusiva, completamente immersa nel verde e costituita da da cinque ampi vani più accessori e di un portico esterno di circa 50 metri quadri, è stata posta sotto sequestro ed il proprietario è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce per violazione delle norme in materia edilizia. Questo servizio si inquadra nel più ampio piano d’azione ordinariamente predisposto dalla Guardia di Finanza e finalizzato ad assicurare la prevenzione e la repressione dei fenomeni più gravi e maggiormente insidiosi per l’economia nazionale. Infatti, l’aggiramento e l’elusione delle norme in materia edilizia, oltre a procurare un evidente danno per il deturpamento ambientale, provoca, altresì, un notevole danno erariale che i proprietari delle abitazioni abusive procurano alle amministrazioni comunali alle quali non vengono corrisposti i relativi oneri urbanistici.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!