Dopo la Fed Cup, Pennetta riparte da Dubai

La brindisina affronterà la ex promessa del tennis mondiale, la serba, di passaporto australiano, Jelena Dokic

Riparte da Dubai, la stagione di Flavia Pennetta. Inizia infatti domani il torneo degli Emirati Arabi che si gioca sui campi in cemento dal ricco montepremi di 2.050.000 dollari. La brindisina, undicesima testa di serie, deve vedersela con la wild card serba, di passaporto australiano, Jelena Dokic. Nel 1994, a 9 anni, con la sua famiglia si trasferì in Australia a causa della guerra civile che infiammava in Jugoslava. La Pennetta ha vinto l'unico precedente, ma la Dokic, ex giovanissima campionessa del prestigioso torneo di Roma e semifinalista a Wimbledom nel 1999 (aveva 16 anni) potrebbe ugualmente darle filo da torcere, anche se, a causa delle turbolente vicissitudini personali, l'australiana non è mai stata in grado di tornare quella che fu nei suoi anni d'oro, ai vertici del tennis mondiale (si issò fino alla 4a posizione). La brindisina, invece, è in gran fiducia dopo la vittoria del primo Slam a Melbourne (in doppio con l'argentina Gisela Dulko) e le grandi prestazioni in Federation Cup (torneo delle nazioni) proprio contro l'Australia a Hobart.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!