Cocaina in casa: arrestato

Lecce. Rinvenuti, durante la perquisizione dell'abitazione, anche hashish e bilancino di precisione

Ieri, in tarda serata, a Gallipoli, i carabinieri dell’Aliquota operativa, del dipendente nucleo radiomobile, hanno arrestato, in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Marco Calò, classe 1975, di Lecce. L’attenzione dei militari è stata attirata dalla tipologia di auto con cui lo stesso Calò aveva raggiunto la cittadina jonica; un veicolo non noto ai carabinieri operanti che, pertanto, hanno bloccare per sottopore a controllo. Da subito Calò ha mostrato dei segni di agitazione e insofferenza al controllo. Nonostante un primo esito negativo della perquisizione veicolare, i militari, proprio per lo stato di agitazione dell’arrestato, hanno deciso di estendere il controllo anche all’abitazione di Calò, a Lecce. Abilmente occultato nella propria camera da letto, i carabinieri hanno rinvenuto un marsupio con all’interno due involucri, per 10 grammi (l’uno di 4,8 e l’altro 6,2) contenenti entrambi cocaina, nonchè materiale per il confezionamento, del tutto uguale a quello utilizzato per i due involucri, e un bilancino di precisione. Ulteriori 0,5 grammi di hashish sono stati invece ritrovati all’interno di un armadio. Lo stupefacente e il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. L’arrestato, a seguito delle formalità di rito e sentito il magistrato di turno, è stato associato presso la casa circondariale di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!