Lager nazisti: medaglie d'onore ai deportati

Si è svolta in Prefettura, a Gallipoli, la cerimonia di consegna delle onorificenze a 33 cittadini salentini

Si è svolta questa mattina in Prefettura, a Gallipoli, la cerimonia di consegna delle Medaglie d'Onore concesse dal Capo dello Stato a 33 cittadini salentini, per essere stati deportati o internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra nell'ultimo conflitto mondiale. La manifestazione, cui hanno presenziato il Ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto e la vicepresidente della Regione, Loredana Capone, nonché altre autorità civili e militari del territorio, è servita per ricordare il sacrificio dei tanti cittadini italiani deportati ed internati nei lager nazisti, esprimendo agli insigniti e ai loro familiari la viva gratitudine e la sincera riconoscenza di tutta la comunità salentina. Tra i premiati c'era anche il gallipolino Antonio Macchitella, accompagnato dal sindaco Giuseppe Venneri, che ha parlato di una cerimonia doverosa per tributare, da parte delle Istituzioni, l’affettuosa vicinanza verso quanti hanno subito le angherie e le barbarie di un periodo buio ed oscuro, che merita unanime condanna. “La Città di Gallipoli – ha concluso – è fiera ed orgogliosa che uno dei suoi cittadini sia stato insignito di un riconoscimento così prestigioso, ad ulteriore testimonianza delle qualità umane e morali della nostra gente”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!