Filobus. Nuovo incontro stamattina

Lecce. Il contenzioso con le imprese resta aperto. Ma Perrone ha riferito che sono stati presi in esame tutti i passaggi tecnici e burocratici necessari prima dell’avvio della filovia

Sarebbe stato un incontro chiarificatore e salutare. E’ stata definita “una tappa significativa” la riunione di oggi a Palazzo Carafa in vista dell’avvio del filobus cittadino. Soddisfatte la parti in gioco al termine della seduta alla quale hanno partecipato i rappresentanti del Comune (l’assessore Giuseppe Ripa e l’ingegnere Cesare Aversa), della SGM (il presidente Gianni Peyla e il direttore d’esercizio filoviario Pasquale Borelli e il direttore d’esercizio Ugo Guacci) e le imprese che hanno realizzato l’impianto (Imet, Vanhool e Vosslohkeepe). Per riuscire a tagliare questo importante traguardo per la mobilità cittadina, tuttavia, sarà necessario rispettare un preciso programma. “Stiamo prendendo in esame – ha spiegato Paolo Perrone, sindaco di Lecce – tutti i passaggi tecnici e burocratici necessari prima dell’avvio della filovia nonostante resti aperto il contenzioso con le imprese”. Quindi l’affondo politico: “Nonostante gli attacchi gratuiti – ha aggiunto – continuiamo ad impegnare le nostre energie e a non lesinare tutti gli sforzi possibili per risolvere problemi lasciati da altri, da chi volle fortissimamente il filobus contro il parere della totalità dei leccesi”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!