Indiano aggredisce connazionali: in manette

Lecce. Entra in un'abitazione e aggredisce una donna con mazza da baseball all'addome

Dopo essere stato per circa un mese oggetto di molestie a opera di suoi connazionali, un cittadino indiano, regolarmente residente da quattro anni a Lecce, dove svolge mansioni di domestico presso una famiglia, ha contribuito all’arresto di Avtar Singh, nato in India il 17 marzo 85, residente a Lecce, munito di regolare permesso di soggiorno. Nella tarda serata di ieri, la vittima, mentre si trovava a cena con altre persone nella propria abitazione, ha sentito insistentemente bussare alla porta, mentre un gruppo di sette connazionali cercava di entrare con la forza. Uno di loro, armato di mazza da baseball, ha colpito la moglie del malcapitato all’addome e ha rotto una vetrata. Nel gruppo anche Avtar Singh che si è avvento contro la signora strappandole i capelli e, nel tirarla a sè, si è anche ferito a una mano con uno dei vetri rotti in precedenza. Fortunatamente uno dei presenti, è riuscito a dare al’allarme telefonando al 113, ma all’arrivo della Volante gli aggressori si sono dileguati facendo perdere le proprie tracce. Poco dopo, l’aggredito, mentre riaccompagnava a casa il suo datore di lavoro, ha notato Sinhg, nei presso di un distributore di sigarette e, dopo aver avvertito il personale della Volanti telefonando al 113, lo ha fatto bloccare. Addosso all’arrestato è stato trovato un tubo di ferro e lo stesso aveva ancora la mano destra sanguinante a seguito dell’aggressione. La parte lesa non ha saputo fornire valide spiegazioni sul motivo delle ripetute aggressioni.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati