Precari sanità: vittime della contesa politica

 

La deputata del Pd, Teresa Bellanova, chiede la convocazione di un tavolo istituzionale per discutere di internalizzazioni

In un messaggio inviato al Prefetto di Lecce, Mario Tafaro, l’onorevole Teresa Bellanova definisce “preoccupante” lo scenario che si sta profilando per i 638 lavoratori della sanità del territorio salentino, oramai da giorni in protesta. La proposta che la deputata salentina avanza è di convocare un tavolo istituzionale, alla presenza delle OO.SS, per discutere di internalizzazioni. “Questi lavoratori e le loro famiglie stanno pagando, senza averne alcuna colpa, il fatto di essere diventati l’inconsapevole terreno di scontro di una violenta contesa politica che rischia, se sottovalutata, di produrre pericolosi sviluppi”. Lo scorso 7 dicembre gli stessi lavoratori, che oggi sono sui tetti, hanno occupato prima la direzione generale della Asl leccese in piazza Bottazzi e poi, il 14 dicembre, hanno sfilato in corteo, per le strade leccesi, rivendicando il diritto ad un lavoro stabile. Nel corso di queste manifestazioni di protesta, i lavoratori hanno più volte lanciato un appello alle istituzioni. Secondo Bellanova, è necessario accogliere quest’appello. Articolo correlato Anche i precari della sanità salgono sui tetti (15 dicembre 2010)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!