Botti di Capodanno: sequestro record

Rinvenuti 130 chili di materiale pirotecnico da destinare al mercato salentino per i festeggiamenti della notte di San Silvestro

Nella serata di ieri, i finanzieri hanno rinvenuto, all’interno di una ex fabbrica di fuochi pirotecnici, 130 chilogrammi di artifizi da destinare al mercato salentino per i festeggiamenti della notte di San Silvestro. All’interno di un opificio, sono stati rinvenuti fuochi pirici di quarta categoria, parte dei quali provenienti dalla Cina, 54 chilogrammi di polvere pirica colorante, innesti e micce, materiale questo, pronto per il confezionamento artigianale di fuochi pirotecnici. L’esplosivo, che era destinato a essere distrutto, in quanto la ditta non era più operativa, risultava ancora nelle disponibilità del proprietario e detenuto senza qualsivoglia autorizzazione, compresa quella di prevenzione incendi che garantisce la sicurezza dei locali. Il titolare della ex fabbrica è stato segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce per detenzione di materie esplodenti senza le prescritte autorizzazioni e per omessa denuncia di materiali esplodenti, mentre i manufatti esplosivi sottoposti a sequestro, questa volta, saranno realmente distrutti.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati