Caso Romano: c'è un indagato

Lecce. Mauro scomparve nel 1977. Dopo 33 anni c'è un nome nel registro degli indagati. Sequestro di persona e omicidio le ipotesi di reato

Il 21 giugno del 1977, a Racale, il piccolo Mauro, di soli 6 anni, scompare nel a mentre giocava vicino alla casa dei nonni materni. A distanza di 33 anni, qualcosa si muove. La Procura di Lecce ha iscritto nel registro degli indagati un ex amico di famiglia. L'iscrizione è un atto dovuto. Furono gli stessi genitori di Mauro, tempo fa, a presentare una denuncia nella quale avanzavano forti sospetti sull'uomo. Il pubblico ministero Giuseppe Capoccia lo accusa di omicidio volontario e sequestro di persona. L’indagato, che ha respinto ogni accusa, è un ex testimone di Geova. I coniugi Romano hanno spiegato che il ritardo con cui hannoo presentato la denuncia (anni di ritardo) si spiega in base alle regole della congregazione di appartenenza che impedisce di denunciare un fratello. All’esame degli inquirenti ci sarebbe anche la testimonianza del fratello maggiore di Mauro Romano, Antonio, il quale avrebbe ora ricordato che il fratellino era solito salire sulla Vespa dell’indagato.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati