Caso Romano: c'è un indagato

Lecce. Mauro scomparve nel 1977. Dopo 33 anni c'è un nome nel registro degli indagati. Sequestro di persona e omicidio le ipotesi di reato

Il 21 giugno del 1977, a Racale, il piccolo Mauro, di soli 6 anni, scompare nel a mentre giocava vicino alla casa dei nonni materni. A distanza di 33 anni, qualcosa si muove. La Procura di Lecce ha iscritto nel registro degli indagati un ex amico di famiglia. L'iscrizione è un atto dovuto. Furono gli stessi genitori di Mauro, tempo fa, a presentare una denuncia nella quale avanzavano forti sospetti sull'uomo. Il pubblico ministero Giuseppe Capoccia lo accusa di omicidio volontario e sequestro di persona. L’indagato, che ha respinto ogni accusa, è un ex testimone di Geova. I coniugi Romano hanno spiegato che il ritardo con cui hannoo presentato la denuncia (anni di ritardo) si spiega in base alle regole della congregazione di appartenenza che impedisce di denunciare un fratello. All’esame degli inquirenti ci sarebbe anche la testimonianza del fratello maggiore di Mauro Romano, Antonio, il quale avrebbe ora ricordato che il fratellino era solito salire sulla Vespa dell’indagato.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!