Bacco Box: nuove regole per il consumo di alcol

Fipe Confcommercio Lecce fornirà, ai pubblici esercizi che ne faranno richiesta, il prezioso strumento per interpretare i risultati del test alcolemico

A partire dal prossimo 13 novembre, per i locali che somministrano alcolici e la cui attività si protrae oltre la mezzanotte, sarà obbligatorio esporre le tabelle alcolemiche e mettere a disposizione dei clienti il precursore per la misurazione del consumo di alcol. Al fine di facilitare l’adempimento, Fipe Confcommercio (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) si è attivata per offrire a tutti gli operatori del settore la possibilità di dotarsi per tempo dei nuovi dispositivi previsti dal Codice della Strada. Le Tabelle Alcolemiche, elaborate dalla Fipe e approvate dal Ministero della Salute, la cui affissione è obbligatoria all’entrata, all’uscita e all’interno del locale, forniscono informazioni per eseguire una autovalutazione dei livelli di alcolemia, concentrazione di alcol nel sangue, in base al sesso, l’età, la massa corporea, l’assunzione o meno di cibo, la consuetudine con cui si assume alcol. Le tabelle, inoltre, sono un valido strumento per interpretare i risultati del test alcolemico che, chi vorrà, avrà la possibilità di effettuare in loco usufruendo dell’apposito precursore, “Bacco Box”, che Fipe Confcommercio Lecce fornirà ai pubblici esercizi che ne faranno richiesta. Tale dispositivo ha una funzione puramente preventiva e è facoltativo per i clienti. Tuttavia, secondo la nuova normativa del Codice della Strada, i pubblici esercizi devono metterlo a disposizione, per consentire a tutti di sottoporsi volontariamente al test. Per ricevere ulteriori informazioni e per ordinare in tempo utile il precursore, basta contattare gli uffici di Confcommercio Lecce al numero 0832/345152, o tramite posta elettronica al seguente indirizzo: [email protected]

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!