Scusa Inter ma questa volta devo vincere

Quando arrivano al Via del Mare le “big” di serie A si anima il tormentone sui “rinnegati”

Sale la febbre per la partita di stasera e gli animi di molti pseudo leccesi sono divisi dal tifo. Ci si aspetta il grande pubblico ma visti i prezzi molti preferiscono il satellite in casa di amici tra una birra è un panino con le “servole” piuttosto che una serata al fresco e digiuni. Certo il “vero” tifoso è quello da stadio che si sacrifica per onor di curva o tribuna, non c’è dubbio, anche se ultimamente il tifo dei giallorossi è quasi da rassegna teatrale dove l’applauso o l’incoraggiamento arriva solo se l’interpretazione ha reso il prezzo del biglietto. Tra questi tifosi c’è chi ancora oggi, leccese di nascita ha il dubbio per quale squadra tifare. Sono in tanti “i rinnegati” trasportati dall’infanzia a tenere per questi grossi club, quando la piccola compagine salentina ancora in serie C non aveva alcun titolo per poter competere in scommesse che andavano dalla pizza e birra alla bottiglia di buon vino. Ma oggi è diverso, nel bene e nel male un anno si e qualcuno no siamo anche noi in serie A, quindi lasciamo i nostri ricordi alle spalle perchè è il momento di tirare fuori l’orgoglio della gente del sud, decisi di fare bottino pieno e la soddisfazione di dire “scusa Inter, questa volta vinco io!”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!