Sequestrata una cava utilizzata come discarica a Taurisano

Accertata anche l'attivazione due scarichi di acque reflue industriali non autorizzato e di acque di dilavamento di piazzali difforme dal progetto

I carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) di Lecce, al termine di un controllo ambientale effettuato nel territorio del Comune di Taurisano, hanno sottoposto a sequestro preventivo una cava dismessa con all'interno un impianto di trattamento di rifiuti comprensivo di due aree, estese per circa 3000 metri quadrati, oggetto di attività di colmatura con rifiuti costituiti da inerti da demolizioni, terre e rocce da scavo, plastiche, materiali metallici, in assenza di autorizzazioni. Contestualmente, all'interno della struttura, sono state accertate anche l'attivazione di uno scarico di acque reflue industriali non autorizzato e la realizzazione di uno scarico di acque di dilavamento dei piazzali totalmente difforme da quello progettato. Il legale rappresentante della societa’ proprietaria dell'impianto è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Lecce. Le ipotesi di reato contestate dal Noe sono quelle dell'esercizio di discarica abusiva, del getto pericoloso di cose nonchè dello scarico di acque reflue industriali e di acque di dilavamento dei piazzali in assenza di autorizzazioni.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!