La Regione in soccorso dei lavoratori Adelchi

Dal prossimo 3 giugno i lavoratori Adelchi rischiano di perdere la cassa integrazione. In loro soccorso la Regione emana un provvedimento valido fino al 31 dicembre

Adelchi torna a far parlare di sé. L’azienda infatti non ha ancora presentato un piano industriale, pertanto il governo non può concedere la cassa integrazione in deroga. Dal prossimo 3 giugno i lavoratori Adelchi, Nuova Adelchi, Crc e Gsg Plast rischieranno di rimanere senza ammortizzatori sociali, e in loro soccorso è scesa in campo la Regione Puglia emanando un provvedimento valido fino al prossimo 31 dicembre. Il rimedio trovato dalla Regione è quello di rivedere l’Accordo di Programma 2008 per il Tac firmato tra Regione e Ministero Sviluppo Economico per Cluster Filanto, includendo le imprese del gruppo Adelchi. “In un momento di crisi economica, come quella attuale” – afferma Loredana Capone, vicepresidente Regione Puglia – “la Regione Puglia non può permettere che 700 famiglie restino senza sostegno al reddito: per questo si dichiara disponibile ad approvare un provvedimento tampone che possa arginare, per il momento, gli effetti della vertenza Adelchi che dura da tempo.” – Conclude poi Capone – “La Regione era al bivio: o abbandonare i lavori oppure evitare il conflitto sociale. Noi abbiamo scelto la seconda strada”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!